Utilizziamo i cookie per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.

Servizio Civile: 1 anno con Avis

Di seguito la testimonianza dei 3 volontari di Servizio Civile che hanno svolto questa esperienza in Avis Provinciale nelle precedenti edizioni:

Da sinistra a destra: Martina Fratus, Marco La Cioppa e Michela Pezzina

"Una grandissima opportunità di crescita sia professionale che personale”. Lo assicura Marco La Cioppa, studente universitario prossimo alla laurea in Cooperazione internazionale, che sta per concludere il suo anno di servizio civile all’Avis provinciale di Bergamo. E per lui ha funzionato il passa parola: “Sono stato coinvolto da Martina – aggiunge - la ragazza che mi ha preceduto e che mi ha entusiasmato raccontandomi la sua esperienza”.

“E’ stata la mia prima esperienza lavorativa – conferma Martina Fratus che oggi è un’ostetrica – ed è stata importante. Ho potuto confrontarmi con tantissima gente con cui condividere i valori della donazione e impegnarmi nel gruppo Avis giovani. E’ stato un periodo di grande arricchimento umano”.

“Le persone con cui ho lavorato erano tutte molto qualificate e mi sono trovata ad operare in contesti stimolanti e diversi, dal lavoro d’ufficio vero e proprio, alla ristorazione dove incontravo i donatori, passando per la collaborazione con il gruppo dei giovani avisini”, spiega Michela Pezzina, la prima a mettere piede in Avis nel 2014 grazie al bando di servizio civile, e che ha poi deciso di rimanere nel settore come operatore socio sanitario.

Insomma un’esperienza da non perdere e che i tre ragazzi promuovono a pieni voti.

Il nuovo bando nazionale di Servizio civile 2017 scade il prossimo 26 giugno alle ore 14 (la data è improrogabile e non fa fede il timbro postale).  

Per candidarsi è necessario fare riferimento solo al sito nazionale di Avis, www.avis.it dove è possibile consultare le modalità e conoscere i progetti.

In Lombardia sono previsti 18 posti di cui uno presso la sede provinciale di Avis. Obiettivo del progetto di servizio civile lombardo è quello di garantire l’autosufficienza regionale a fronte del calo demografico e delle trasformazioni del sistema trasfusionale.

In particolare durante l’anno si svilupperanno un’azione educativa alla cittadinanza attiva rivolta ai giovani; nuove modalità di contatto coi giovani cittadini non italiani e si ottimizzeranno i sistemi di gestione dei donatori.

Attenzione:  si può inviare un’unica domanda di partecipazione al bando, per un’unica sede e un unico progetto, pena l’esclusione.